Strict Standards: Accessing static property JCache::$_handler as non static in /web/htdocs/www.tenutatrefontane.it/home/libraries/joomla/cache/cache.php on line 420

Strict Standards: Accessing static property JCache::$_handler as non static in /web/htdocs/www.tenutatrefontane.it/home/libraries/joomla/cache/cache.php on line 422

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.tenutatrefontane.it/home/plugins/system/jcemediabox/jcemediabox.php on line 337

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.tenutatrefontane.it/home/plugins/system/jcemediabox/jcemediabox.php on line 142
Premio Barocco

Premio Barocco

E' figlio della sua Terra il Premio Barocco. Creatura in fasce, nel lontano 1969, volo pindarico di un gruppo di amici, certamente non coscienti di ciò che. a breve, il Premio sarebbe divenuto. Una passione incondizionata, fucina di idee proiettate verso un'unica meta: rendere giustizia, a livello nazionale ed internazionale, ad un territorio ricco di tesori ancora sconosciuti.

Così, Gallipoli, culla primigenia dell'evento, si fa trampolino di lancio, per il Salento, in primis, per la Puglia, poi. Il lavoro alacre di uno staff capace, guidato dal patron, Fernando Cartenì, uomo dalle straordinarie doti organizzative e mente "illuminata", contribuisce a far divenire la "città bella" meta privilegiata di personalità prestigiose, diventando, con la sua cultura e con i suoi paesaggi, artefice del proprio destino di cornice dell'evento tra i più conosciutu al mondo.

 

Un iter in crescendo, che prese l'avvio dalle prime edizioni del "Festival di casa nostra", manifestazione tutta rivolta alla promozione della cultura popolare, con rassegne di poesia in vernacolo, canti folk e teatro dialettale.

I numerosi consensi riuscirono a compensare le enormi difficoltà, sino a passare ad una più larga diffusione ed affermazione del Festival. Fu nel '78 che il Premio Barocco si fregiò, per la prima volta, del patrocinio del Ministero per il Turismo e per lo spettacolo, riconoscimento che consacrò l'evento a livello nazionale. Un cammino inteso, sul quale il 1984 segnò la svolta della manifestazione in "Festival della Terra del Sole", rassegna che, grazie ad un valido cartellone, divenne volano turistico per il Salento intero.

L'attuale denominazione in "Premio Barocco", avvenuta nel 1985, segnò l'anno di nascita dell'evento attestatosi, negli anni, quale fiore all'occhiello per l'intera regione, grazie alla partecipazione di importanti e noti personaggi.

Con gli anni il sempre maggiore entusiasmo è andato a sommarsi ad una sempre scescente credibilità, grazie ad un carnet sempre più ricco. E' così che, tra i premiati di ieri e di oggi, fanno capolino i nomi di Nicola Piovani, Christian De Sica, Mike Buongiorno, Joaquìn Navarro Valls, Luciano Pavarotti, Franco Zeffirelli, Susamma Agnelli, Alberto sordi, Vittorio Gassman, Sophia Loren, Gerard Depardieu, Catherine Deneuve, Claudia Cardinale. Uomini, vite, destini, professionalità, che si sono distinte ed hanno firmato, ognuno nel proprio settore, un pezzo di storia. Ad attestare la consacrazione dell'evento a livello internazionale l'approdo in Rai nel 1999, con la trasmissione in diretta della cerimonia di assegnazione dei Premi Barocco su RAi Uno e RAi International.

Ma l'esperienza del Premio Barocco è anche cultura e ricerca, grazie all'apporto di grandi personalità che, ogni anno, si alternano sul palco dei Terra del Sole Award e attorno al tavolo di convegni di portata nazionale. Appuntamenti notevoli, la cui valenza culturale è, di anno in anno, riconosciuta dalle più alte cariche dello Stato. Infatti, nel delineare la storia dell'evento, non si può non annoverare la Coppa d'argento, conferita dal Presidente della Repubblica, e i numerosi patrocini accordati dagli enti di carattere regionale e nazionale.

Una storia lunga una vita... quella degli organizzatori, quella del popolo, quella degli artisti che hanno calcato il palco del Premio Barocco che, giunto alla sua 38ma edizione, vive ancora di entusiasmo ed adrenalina, linfa vitale per un evento che riporta, nelproprio DNA, i connotati del popolo del sud, di uomini temerari che vivono di emozioni e grandi e travolgenti passioni.

/

Tenuta Trefontane | Via Trefontane, 5 - 74122 Taranto - Puglia - Italia | Tel. +39 099 7771277 - fax +39 099 7776350 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Credits: Errepi Net & trepois.it